Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Tasse
0,00 € Totale

I prezzi sono IVA inclusa

Carrello Pagamento

Vieni a vedere i vantaggi di far parte della comunità d'acquisto CASHBACK WORLD

Alcool ISOPROPILICO

Alcool ISOPROPILICO

Alcool ISOPROPILICO puro al 99,7%

Confezione: 1 litro / conf. 6 x1 litro

- concentrazione al 99,7%
- non lascia residui
- non contiene CFC
- incolore

Dettagli...

101,75 €

Disponibilità: Preordine

Alcool ISOPROPILICO, noto anche come alcool ISOPROPANOLO, è un alcool liquido incolore e infiammabile, è volatile, in modo che quando il suo contenitore viene lasciato aperto, evapora rapidamente.

L’alcool isopropilico negli anni 50, era comunemente usato nelle pulizie domestiche, nel frattempo è stato sostituito da prodotti a base di sostanze chimiche di varia natura.

Alcool isopropilico, denominato 2-propanolo, è uno dei più comuni composti organici della famiglia degli alcolici.

L’alcool isopropilico è stato il primo alcool sintetico commerciale prodotto la prima volta nel 1920.

È venduto in differenti concentrazioni in quanto più si avvicina al 100% più diventa costoso, ma questa versione non è vendibile in quanto risulterebbe altamente a rischio esplosivo.

La versione a concentrazione del 99,7% è la più elevata, ma comporta il fatto che non può essere messa in contenitori più grandi di 1 litro, altre concentrazioni, come al 97% hanno potere inferiore ma possono essere contenuti anche in fusti più grandi.

Utilizzo

L’uso principale di 2-propanolo è nella produzione di acetone e glicerolo, ampiamente utilizzato come solvente e come materiale di partenza nella produzione di numerosi altri composti organici.

Piccole quantità di 2-propanolo vengono convertite in altri prodotti chimici o utilizzati come solventi, ad esempio l’alcool denaturato o come agente denaturante per l’alcool etilico.

Lo si trova sia in cosmetica che in profumeria. Viene usato per diversi processi industriali, come deghiacciante per carburanti fluidi, come additivo per miscele combustibili, applicazioni, solvente nella fabbricazione degli inchiostri.

Utilizzato anche per soluzioni di bagnatura in stampa offset, pulizia componenti elettronici e ottici, ottimo per scolorare i modelli dei dipinti in acrilico, dato che non compromette minimamente plastica, resina e metallo.

L’isopropanolo è un alcool ideale per pulire pennelli e aerografo e per sgrassare i modelli prima della prima mano di colore.

L’alcool isopropilico è una sostanza molto utilizzata, più di quanto si pensi nella quotidianità: nell’igiene e salute, lo troviamo come sgrassatore per superfici delicate o come disinfettante.

Da non trascurare l’utilizzo in ambito ospedaliero e nelle applicazioni farmaceutiche.

Alcuni esempi di utilizzo comune:
- Come solvente e additivo nelle industrie
- Ottimo sgrassante per la pulizia di dispositivi ottici (lenti, obiettivi fotografici, microscopi)
- Pulizia di dispositivi elettronici (lenti laser per CD/DVD, nastri magnetici, circuiti stampati)
- Pulire monitor, computer e portatili, mouse, tastiere, cellulari o Smartphone
- Risolve il problema di testine e cartucce otturate (non per quelle che utilizzano inchiostro a base acqua)
- Rimuovere il sottile strato di toner dai fotoricettori in lega di selenio
- Pulizia di alcune parti gommose
- Pulizia delle impronte, aloni e tracce di sporco dalle superfici in acciaio
- Pulizia e disinfettante di ambienti domestici
- Sgrassante per le plastiche
- ... ... ...

Per igienizzare e come disinfettante
Sappiamo che i germi e batteri nocivi, possono portare a malattie e infezioni e sono sicuramente un problema.

Qui trova applicazione l’alcool isopropilico dato che è un efficace disinfettante, riesce ad eliminare e uccidere i fastidiosi germi e i batteri nocivi.

Ci sono vari prodotti utilizzati negli ospedali e nelle nostre case a base di alcool isopropilico. Inoltre l’alcool isopropilico è presente in tamponi imbevuti di alcool, molto usato come disinfettante per le mani, per piccoli tagli e ferite superficiali in modo da evitare le infezioni.


Usi di laboratorio
L’alcool isopropilico, alcune volte viene usato per preservare esperimenti di laboratorio, come alternativa all’utilizzo della formaldeide, proprio perché l’alcool isopropilico non è tossico come lo è la formaldeide.

Un altro uso dell’alcool isopropilico in laboratorio è per l’estrazione del DNA: siccome non può sciogliere il DNA, si può utilizzare, viene aggiunto alla soluzione di DNA per isolare o separare il DNA stesso dal resto della soluzione.

Utilizzato anche nei laboratori di biologia, per reagire a sostanze diverse, o per formare vari prodotti chimici.

Modalità d'uso

Fortemente consigliato l'utilizzo con panni in Tessuto non Tessuto, in quanto normalmente non si desiderano panni che lascino pelucchi, vista anche l'alta volatilità del prodotto.

Composizione

Alcool isobutilico
2-propanolo

Dati tecnici

Stato fisico: liquido
Colore: incolore e trasparente
Odore: caratteristico
Punto di infiammabilità: <23°C
Solubilità in acqua: idrosolubile

Avvertenze

H225 Pericolo di esplosione di massa in caso d'incendio.
H318 Provoca gravi lesioni oculari.
H336 Puó provocare sonnolenza o vertigini.

P210 Tenere lontano da fonti di calore/scintille/fiamme libere/superfici riscaldate. – Non fumare.
P261 Evitare di respirare la polvere/i fumi/i gas/la nebbia/i vapori/gli aerosol.
P280 Indossare guanti/indumenti protettivi. Proteggere gli occhi e il viso.
P305-351-338 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se é agevole farlo. Continuare a sciacquare.
P310 Contattare immediatamente un CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P370-378 In caso di incendio: estinguere con acqua nebulizzata, schiuma, prodotto chimico secco o anidride carbonica (CO2)

Simbologia


PER ESCLUSIVO USO PROFESSIONALE

16 altri prodotti nella stessa categoria :